In questo articolo si parla di:

“È un importante risultato per tutto il team di sviluppo. La visione di Sitael di fornire tecnologia unica e innovativa raggiunge la sua massima espressione con il MAT che protegge e coinvolge gli utenti definendo un nuovo livello di ciclismo in un solo gesto”. (Matteo Pertosa)

La soluzione IoT di Sitael per le eBike, il “MAT”, vince il premio Honoree al CES 2018 Innovation Awards nella categoria Vehicle Intelligence e Self-Driving Technology. Il MAT è la prima docking station magnetica e intelligente che trasforma ogni eBike in un veicolo connesso che prende vita con un solo gesto dello smartphone.

Sul prossimo numero di gennaio di eBike4Trade troverete un’interessante intervista a Matteo Pertosa, responsabile della divisione Industrial & IoT, sull’azienda italiana che ha ideato questa soluzione, che dal 9 al 12 gennaio a Las Vegas, in occasione del Ces 2018, sarà  esposta all’interno della Venetian Ballroom – CES Tech West, sia nello stand dedicato Sitael al #2209 Westgate.

Da sinistra: Agostino De Angelis, marketing& communication manager; Matteo Pertosa, BU manager industrial & IoT e Sergio D’Argento, industrial designer

L’azienda è molto conosciuta all’estero, molto meno in patria. La sua sede è a Bari e qui, grazie al know how acquisito nel settore spaziale, nasce anche questa soluzione per la “connettività” su due ruote.

Matteo Pertosa, ideatore del progetto, si dice soddisfatto di questo ambito riconoscimento: “È un importante risultato per tutto il team di sviluppo. La visione di Sitael di fornire tecnologia unica e innovativa raggiunge la sua massima espressione con il MAT che protegge e coinvolge gli utenti definendo un nuovo livello di ciclismo in un solo gesto”.

Di cosa si tratta?

È il nuovo e rivoluzionario concetto di smartphone docking station magnetica che, integrando l’elettronica Sitael con moduli GPS e GPRS, fornisce connettività alle e-bike in modalità completamente wireless. Semplicemente appoggiando lo smartphone sulla superficie superiore del MAT il veicolo prende vita: si accende automaticamente, sblocca il sistema di sicurezza della ruota posteriore e disabilita l’antifurto satellitare. In altre parole, con un semplice gesto lo smartphone diventa la chiave, il display e il centro vitale della bici elettrica.

Quali sono le sue peculiarità?

Il MAT è il nuovo e rivoluzionario concetto di docking station magnetica per smartphone che, integrando l’elettronica ESB fornisce connettività alle eBike in modalità completamente wireless. Grazie alla sua tecnologia magnetica proprietaria, il MAT è resistente all’acqua IP65, ed è stato testato a temperature estreme (-20° C, + 85° C) e sottoposto a test vibrazionali con shock verticali fino a 70 g di forza (accelerazione gravitazionale) con uno strumento shaker certificato che ne ha confermato l’idoneità ai più estremi percorsi in off-road. Quindi, semplicemente appoggiando lo smartphone sulla superficie superiore del MAT il veicolo prende vita: si accende automaticamente, sblocca il sistema di sicurezza della ruota posteriore e disabilita l’antifurto satellitare. In altre parole, con un semplice gesto, lo smartphone diventa la chiave, il display e il centro vitale della bici elettrica.

Quali sono i vantaggi per le aziende produttrici di eBike?

Il MAT è in grado di trasformare una semplice eBike in un veicolo intelligente. Grazie a questa soluzione IoT, infatti, le aziende possono realizzare modelli unici e connessi per i clienti più esigenti che non chiedono solo un mezzo per spostarsi, ma un veicolo smart con funzionalità all’avanguardia. D’altro canto, questo sistema fornisce alle aziende uno strumento tecnologicamente avanzato per la raccolta dei dati delle e-Bike permettendo di migliorare sia l’assistenza che la progettazione dei futuri modelli. Oltre a un uso privato, questa tecnologia è la soluzione perfetta anche per i sistemi di bike-sharing evoluti, come quello che verrà installato nei prossimi mesi nella città di Bari che, grazie al MAT, offrirà un servizio con modalità free-floating (cioè con parcheggio libero del veicolo e non vincolato alla stazione di ricarica), protezione antifurto e anti-vandalismo congiuntamente a una facilità d’uso unica.

Quando sarà disponibile sul mercato?

Sarà lanciato sul mercato internazionale a marzo attraverso un’importante campagna di crowdfunding su Indiegogo che presenterà anche la prima eBike integrata con il MAT, il modello pieghevole della gamma Nexum.

Per conoscere nel dettaglio la realtà internazionale vi rimandiamo all’intervista in uscita sul numero di gennaio di eBike4Trade. 

esb.bike/mat