Sono più di 400 i negozi che hanno aderito all’edizione 2018 di Bici Academy. L’evento previsto per il 14/15 gennaio presso il palacongressi di Rimini, anche quest’anno ha lo scopo di preparare i negozianti alle sfide di un mercato in costante evoluzione. Fondamentale esserci per restare al passo con i tempi.

L’edizione numero due di Bici Academy, ancora prima di iniziare, ha già fatto molto rumore. C’è grande attesa tra negozianti e addetti ai lavori e i corsi si prevedono parecchio affollati. Infatti rispetto allo scorso anno le presenze sono notevolmente aumentate. I negozi rappresentati sono circa 400, distribuiti in tutta Italia. Alcune realtà hanno deciso di presentarsi in forze, in modo da massimizzare quanto possibile gli effetti delle nuove nozioni acquisite su ogni singola realtà. Infatti i partecipanti saranno più di mille, con una media di 2,5 addetti per ogni realtà commerciale. Lo scorso anno le presenze erano “solo” 400. Ciò a indicare, che da parte di tutti c’è una seria volontà di volersi dotare degli strumenti necessari per affrontare le sfide del mercato, nel presente e nel futuro prossimo a venire.

I negozianti si aggiornano e sfidano il mercato

Basta lamentarsi dunque, è arrivato il momento di agire e Bici Academy sembra proprio essere stata scelta come rampa di lancio per dare nuovo vigore a un settore, che appare stagnante e minacciato da più parti.

Del resto anche uno dei più grandi pensatori del ‘900, Albert Einstein sosteneva che:” Follia è pensare che le cose possano cambiare mantenendo il proprio pensiero e modo di fare uguale a prima” ed anche che la vita è come andare in bicicletta: “Per restare in equilibrio occorre muoversi” e questo, senza vincere premi Nobel, pare che i negozianti lo abbiano ben recepito.

Verso nuovi orizzonti

Tutto ciò è positivo e fa ben sperare, con la fiducia che si possa fare un salto di qualità e andare avanti. Fare negozio è una professione ed essere negoziante un mestiere che al pari di tanti altri ha bisogno di competenze, professionalità, tecnologia, esperienza, idee, creatività; non solo, queste doti hanno la necessità di un continuo aggiornamento.

In BiciAcademy, ci sarà il negozio del futuro, uno stand di quasi 100 metri quadrati allestito per simulare un vero e proprio shop con marketing visivo, uditivo, olfattivo, pieno di tecnologia e fattori esperienziali. Ci saranno anche vetrine pensate e create per i negozi di biciclette, con giochi a quiz e 15 esperti che pronti a  rispondere alle domande del futuro. In tutto questo non mancheranno nemmeno le sorprese.

Una due giorni per farsi tante domande e ottenere, contestualmente, tantissime risposte.

Tutto ciò, unito al “saper fare” di ogni negoziate o di ogni addetto contribuirà ad attuare quel salto in avanti, piccolo o grande che sia e togliere di dosso un po’ di zavorre, anche mentali e dovute all’abitudine. L’obiettivo è quello di poter vedere i cambiamenti con occhio nuovo, pensando al futuro come a una serie di possibilità. Per fare ciò occorre riprendere in mano il proprio futuro e investire, pensando che un destino migliore non possa essere messo nelle mani di altri, occorre impegnarsi e rischiare in prima persona. Lo scopo è quello di diventare parte attiva e la scelta di partecipare il 14 e 15 Gennaio a Bici Academy è una tappa importante di questo percorso. Ad alimentare l’ottimismo, tra l’altro è anche la nuova Legge Quadro sulla Mobilità Ciclistica, con essa, ogni ente locale, comune, area metropolitana e regione, dovrà investire in questo settore e avrà i fondi e le possibilità per farlo. Ciclabili, parcheggi dedicati, servizi appositi, appariranno presto con l’intento di rivoluzionare il sistema di muoversi degli italiani. Ci vorrà ancora del tempo e non siamo in Danimarca, ma a piccoli passi qualcosa si potrà fare e i primi a doversi muovere saranno sicuramente gli addetti al settore.

Le aziende partner: Bosch rinnova la sua collaborazione

Quest’anno, a ribadire il ruolo che l’elettrico ha nel mondo del presente e del futuro della bici, anche Bosch eBike Systems (bosch-ebike.com), uno dei leader indiscussi della produzione di propulsori e batterie ha deciso di dare il suo appoggio a Bici Academy. Già presente dalla prima edizione rinnova il proprio impegno e insieme ad altre realtà (sono ben sedici per questa seconda edizione), anche l’azienda tedesca da il suo sostegno, credendo nel progetto di formazione ideato da Ancma.

“Riteniamo importante che tecnologia e innovazione non siano solo applicate ai prodotti di un’azienda, ma anche al processo di qualificazione dei propri canali di vendita e di contatto con l’acquirente. Siamo soddisfatti e orgogliosi dei risultati ottenuti lo scorso anno per la prima edizione di Bici Academy e certi che anche per il 2018 la partecipazione sarà numerosa.” Federica Cudini – Marketing Manager Bosch eBike Systems Italy.

bici-academy.it

ancma.it