In questo articolo si parla di:

La Val di Sole si prepara ad un triennio di emozioni iridate. Arrivano in Trentino i Campionati del Mondo di 4Cross 2019, 2020 e 2021 e, soprattutto, i Campionati del Mondo MTB (Cross Country e Downhill) nella stagione 2021. L’Unione Ciclistica Internazionale (UCI) ha ufficializzato le assegnazioni proprio in occasione della rassegna iridata di Innsbruck, alla presenza del Presidente David Lappartient. La location sarà, Daolasa di Commezzadura, casa delle ruote grasse fin dal lontano 2008, quando il percorso della Val di Sole nella Mountain Bike ebbe inizio con la prima edizione della manifestazione iridata, seguita poi dal bis ospitato nel 2016.

Questa nuova assegnazione, la terza nella MTB in appena 13 anni, dimostra la fiducia che la Federazione Internazionale ripone nei riguardi della nostra località e capacità organizzativa, affidandoci un triennio di grandissimi eventi.” spiega Luciano Rizzi, Presidente di ApT Val di Sole.

Foto: La consegna a Innsbruck della maglia iridata a Val di Sole. Da sinistra: il Presidente UCI David Lappartient, il Direttore di APT Val di Sole Fabio Sacco ed il Presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco

 Il ritorno dei Mondiali in Val di Sole arriva in un momento di grande splendore delle ruote grasse Italiane: la consacrazione ai massimi livelli di Gerhard Kerschbaumer e Luca Braidot, la crescita di talenti come Gioele Bertolini e Nadir Colledani, e l’esplosione a livello femminile della giovanissima Marika Tovo lasciano presagire un’Italia arrembante in occasione dei prossimi mondiali in casa.

La crescita del movimento ha molto a che fare con la Val di Sole grazie alla stretta collaborazione iniziata nel 2008, e con il progetto della creazione del centro federale del fuoristrada nel prossimo futuro. Ci prepariamo ad un altro triennio importante: la continuità degli eventi ad alto livello ha fatto della Val di Sole la realtà di rifermento dell’offroad e contribuirà a portarci ancora più in alto, oltre a rappresentare un volano eccezionale per la promozione del territorio”, è l’auspicio di Renato Di Rocco, Presidente della Federazione Ciclistica Italiana.