In questo articolo si parla di:

Si è svolta nel capoluogo lombardo, all’interno del nuovo spazio “The Warehouse” in via Settala 41 Milano, la conferenza stampa di presentazione della seconda fiera del settore ciclo al mondo: Taipei Cycle. L’evento è stato organizzato in collaborazione con Taitra, ente semigovernativo che rappresenta associazioni di settore, fondato nel 1970 allo scopo di promuovere il commercio estero, il Taiwan External Trade Development Council (Taitra), è la principale organizzazione non-profit per la promozione del commercio estero di Taiwan. Sponsorizzato in collaborazione con il governo, assiste le aziende e i produttori di Taiwan nel creare relazioni commerciali con società straniere e nei mercati internazionali.

Un 2018 tra novità e successi

L’edizione 2018 in realtà si è conclusa da poco, si è infatti ha terminato i lavori il 3 novembre 2018, e ha attirato ben 33.885 visitatori, 4.932 dei quali provenienti dall’estero. L’evento, è durato quattro giorni e si è svolto presso il Taipei World Trade Center – Nangang Exhibition Hall e Exhibition Hall 3. Il gruppo più numeroso di buyer è giunto dalla Cina continentale (e Hong Kong), seguito da Giappone, USA, Corea del Sud, Tailandia, Filippine, Malesia, Germania, Singapore e Regno Unito.

Tra gli oltre 120 espositori esordienti, il rappresentante dell’azienda svedese Thule ha dichiarato “Tiapei Cycle è la principale manifestazione asiatica per l’industria del ciclo. Abbiamo presentato i nostri prodotti più recenti ricevendo un gran numero di richieste di informazioni. Crediamo che la nostra partecipazione siastata un ottimo modo per costruire e rafforzare l’immagine del nostro brand”.  Un’altra esordiente, l’italiana, Basso Bikes, ha ottenuto risultati sorprendenti e sarà sicuramente presente anche nel 2019, per quanto le due edizioni siano separate da soli quattro mesi.

Una fiera che esiste da molti anni, ben 32, ma che nelle ultime edizioni è cresciuta arrivando a essere tra le prime 3 al mondo insieme a Eurobike e Interbike, durante la quale si parla di biciclette ma con un taglio dedicato alla tecnologia e al futuro del nostro mondo.

Riflettori puntati sulla mobilità sostenibile

Interviente alla conferenza anche Piero Nigrelli, presidente Confindustria Ancma, sempre molto sensibile alle tematiche riguardanti il mondo delle eBike: “Si è appena concluso Eicma e solo per quanto riguarda le eBike, la rassegna stampa quest’anno è stata imponente. Abbiamo bisogno di far conoscere i prodotti, non tutti sanno di cosa si parla, credo che un evento che faccia arrivare il prodotto su tutti i media sia il vero valore aggiunto di una manifestazione. Alla fine degli anni 80 fu introdotta la mtb e all’inizio degli anni 90 ci fu un picco di produzione mai raggiunto prima in cui anche gli italiani hanno contribuito. Anche la eBike può avere una storia simile. I numeri di produzione e di vendita in Italia hanno trend a due cifre. Si è stimato un mercato potenziale di tre milioni di pezzi. Non possiamo che sperare un futuro fatto così con le smart cities piene di biciclette. Ad ora solo circa il 15% degli italiani, secondo i dati in nostro possesso, conosce l’eBike“.

La scorsa edizione, si è tenuto presso il Hua-zhong Campsite il Taipei Cycle Demo Day, con la partecipazione di 25 aziende di 6 Paesi, durante il quale quasi 1.000 compratori e il pubblico hanno avuto l’opportunità di provare su percorsi scenografici i nuovi modelli di bici di oltre 40 costruttori. Il Taipei Cycle Forum invece ha visto la presenza di oltre 300 partecipanti che per due giorni hanno discusso dei temi caldi per l’industria del ciclo, dalle iniziative antidumping in Europa all’US Trade Act Section 301, dallo smart manufacturing in conseguenza dello sviluppo dell’Industria 4.0 fino all’impatto sulle bici dell’evoluzione futura dei modelli di trasporto umano. Infine, presso il TWTC Hall 3, con il supporto di organizzazioni quali SwiCity Project del Ministero della Scienza e della Tecnologia, della Taiwan Urban Bicycle Alliance (Tuba) e VeloCity sono state organizzate conferenze e giochi finalizzate alla promozione di una cultura della bicicletta.

In attesa della prossima edizione

L’edizione 2019 di Taipei Cycle che si terrà dal 27 al 30 marzo prossimi e sono previsti più di 1.050 espositori provenienti da 35 Paesi. I temi dominanti continueranno a essere le eBike e l’Internet delle Cose. Per questo Taipei Cycle 2019 inaugurerà nuovi padiglioni quali “Light Electric Vehicles (LEV) & Electric Systems” e lo “Smart Cycling Pavilion”, che proporranno batterie di durata ancora maggiore rispetto a quelle attuali e nuove tecnologie per le batterie che meglio si integrano con la tecnologia generale della bicicletta.

Le registrazioni per TaipeiI Cycle 2019 sono aperte dal 16 agosto scorso e ancora una volta è attesa la massima affluenza. Il salone si terrà contemporaneamente a TaiSPO (Taipei International Sporting Goods Show), dando vita alla più importante rassegna asiatica dedicata alle attrezzature sportive.

Per ulteriori informazioni sull’industria taiwanese del ciclo è possibile contattare la rappresentanza italiana di Taitra:

Taiwan Trade Center Milano

Via Stradivari 4, 20131 Milano

Tel: 02/20241008

e-mail: milan@taitra.org.tw

taipeicycle.com.tw