In questo articolo si parla di:

La gamma caschi bici Leatt, fa sua tutta l’esperienza accumulata nel corso degli anni dagli inventori del Leatt-Brace, il famoso paracollo salvavita nato per il motocross, ma presto declinato anche in ottica gravity mtb. La line-up si arricchisce di un nuovo modello: il DBX 4.0. Questo casco è estremamente leggero, ventilato e con protezione full-face nato per le competizioni di enduro, ma certificato anche per il downhill.

Premiato ad Interbike

Il casco DBX 4.0 è stato incluso nell’ Interbike Innovation Awards 2018, ricevendo un importante riconoscimento nella categoria “Mountain Bike Product Innovation”. L’ Interbike Innovation Awards è un riconoscimento che premia le eccellenze in termini di prodotto, soluzioni espositive e molto altro. Dotato della tecnologia 360° Turbine Tech, il casco integra al suo interno dei dischetti in materiale speciale, progettate per assorbire l’energia e libere di ruotare in ogni direzione per assecondare i movimenti del cranio. Questa tecnologia presenta due vantaggi esclusivi: la riduzione dell’accelerazione rotazionale alla testa e al cervello (fino al 40%) e un maggiore assorbimento di energia in caso di impatti e cadute (fino al 30%).

Areato e full optional per il rider più esigente

Il nuovo casco è molto leggero ed è dotato di ben 22 prese d’aria e di una griglia rimovibile all’altezza della bocca, caratteristiche che conferiscono una ventilazione estremamente elevata. La calotta esterna è in una speciale mescola polimerica, mentre l’interno è in schiuma iniettata EPS+EPO, studiata per assorbire ulteriormente l’energia. Tutto questo per offrire ai rider più sicurezza, più opportunità e tutta la protezione necessaria, durante le discese lungo i terreni più dissestati e i trails più tecnici.

leatt.com