In questo articolo si parla di:

RMS distribuisce in esclusiva i telai per bici da corsa firmati Factor

Finalmente in Italia il telaio dei campioni che pedalano sulle strade del Giro d’Italia e delle gare del World Tour: Factor è, infatti, l’ultimo brand entrato a far parte della scuderia RMS. Una novità di grande prestigio quella della collaborazione con l’azienda inglese, che fa dell’innovazione tecnologica, dell’eccellenza dei materiali e delle elevate prestazioni i propri tratti distintivi. Non a caso, per due stagioni agonistiche, Factor è stata fornitore ufficiale della squadra francese AG2R-La Mondiale.

Grazie a un’esperienza pregressa nel settore automotive al servizio di marchi come Aston Martin, Porsche e Lamborghini, Factor ha implementato il proprio know-how adattandolo al mondo bike, anche grazie alla passione dei due proprietari, Baden Cooke, ex-professionista e vincitore della maglia verde al Tour de France 2003, e Rob Gitelis, ingegnere ed ex-collaboratore all’interno di Cervelò. Tra i consulenti di Factor c’è anche l’ex-ciclista professionista David Millar, per 18 anni tra i protagonisti del World Tour.

Oltre che per l’esperienza consolidata che ha portato, in poco più di 10 anni, alcuni telai a trionfare nelle competizioni più importanti al mondo, RMS ha scelto Factor per l’eccellenza e la qualità dei suoi prodotti. Factor è una società proprietaria che, come tale, esercita il controllo sull’intera filiera produttiva, dall’approvvigionamento delle materie prime all’impiego delle tecnologie. Filo conduttore della produzione è il carbonio che lega il passato di Factor ai telai di oggi, realizzati con la migliore fibra in carbonio e le resine più adatte a ogni esigenza della bici da corsa. Le tecniche di produzione sono avanzate e le lavorazioni sono fatte in modo “sartoriale” con grande cura nei dettagli, per realizzare telai di altissima gamma scelti da coloro che cercano un prodotto al limite della perfezione.

Factor è anche sinonimo di aerodinamica, un aspetto che influenza tutta la progettazione. Per ogni telaio è condotto uno studio focalizzato sulle esigenze del ciclista e sono impiegati strumenti di ultima generazione come il CFD, Computational Fluid Dynamics Software. Ad esempio, per la parte anteriore della bicicletta è stato progettato e realizzato Factor OTIS (One Total Integration System), un sistema che disegna delle linee minimali e filanti: i cavi dei freni non sono più all’esterno e la barra del manubrio è assemblata in modo da renderla ancora più precisa nella conduzione delle traiettorie. I risultati ottenuti da Factor, non ne fermano la ricerca di soluzioni “futuristiche” ed è proprio l’innovazione un altro aspetto che ha convinto RMS a distribuire i suoi telai in Italia. Dopo essere stata la prima a realizzare un telaio che pesa 800 grammi, Factor è già pronta alla prossima sfida, per creare una struttura che consenta di guidare la bici in perfetta simbiosi con il corpo del ciclista. La continua sperimentazione di Factor ha portato anche alla produzione del rivoluzionario Twin Vane Evo Downtube, il tubo utilizzato sul telaio ONE che permette di ottenere il massimo dell’aerodinamica.

I 4 di Factor

Sono quattro i modelli in carbonio, studiati e realizzati nei minimi particolari per venire incontro a tutte le esigenze del ciclista professionista:

  • ONE: è dedicato alle corse in linea su strada dalla spiccata aerodinamicità.
  • O2: è il più leggero, il preferito dal campione francese Romain Bardet per affrontare le salite e le discese più impegnative dei grandi giri, abbinando grandi prestazioni e comfort.
  • Slick: presenta il maggior sviluppo aerodinamico ed è pensato per le tappe a cronometro o i triatleti.
  • Vista: ultimo modello presentato dall’azienda britannica, è il telaio all-road adatto alle lunghe distanze per affrontare qualsiasi tipo di terreno.

rms.it