In questo articolo si parla di:

Il brand che ha rivoluzionato il mondo dell’underwear annuncia grandi novità per il 2019: due nuovi partner produttivi, Norman Group per X-Bionic e Intersocks per X-Socks, entrambi italiani, che sono stati selezionati perché in grado di implementare al meglio i brevetti sviluppati dall’azienda svizzera. A ISPO di Monaco la presentazione ufficiale di due innovazioni: Retina Technology che, grazie a una maggior definizione delle strutture offre un prodotto capace di  migliorare la termoregolazione del corpo dello sportivo ,  e Helixcoil, una doppia elica sul calzino che avvolge la gamba creando compressione leggera, ma costante alla fascia muscolare, per migliorare l’irrorazione del muscolo e la stabilità. Perché sono i dettagli a fare la differenza. Da oltre vent’anni il mondo dell’intimo funzionale ha un protagonista assoluto che risponde al nome di X-Bionic, brand nato nei laboratori di ricerca sulle sponde del Lago di Zurigo, e che rappresenta un vero trend setter in fatto di abbigliamento tecnico per lo sport. Nel centro di ricerca e sviluppo di X-Technology Swiss, l’azienda detentrice dei marchi X-Bionic e X-Socks, sono nati prodotti che hanno conquistato una posizione di riferimento nel mercato degli sport outdoor, grazie a soluzioni innovative in grado diconsentire all’azienda svizzera di firmare oltre 750 brevetti di proprietà e ottenere più di 600 premi e riconoscimenti internazionali. E nel solco tracciato dal professor Bodo Lambertz, fondatore dell’azienda e ispiratore della continua ricerca tecnologica, l’azienda ha compiuto ulteriori passi in avanti, affidandosi a due partner di eccezione nella produzione dei propri prodotti.

DUE PARTNER STRATEGICI IN ITALIA

La nuova strategia di X-Technology Swiss ha consentito di trovare in Norman Group e Intersocks nuovi partner produttivi, continuando a valorizzare il binomio di “tecnologia svizzera, produzione italiana”. Norman Group ha sede a Castel Goffredo, in provincia di Mantova, e rappresenta l’azienda leader in Europa nella produzione seamless grazie a una continua capacità di innovare la propria tecnologia applicativa. Infatti, di fronte alle nuove soluzioni tecnologiche sviluppate nel centro svizzero di X-Technology Swiss, è stato necessario identificare un partner in grado di poter trasformare in ”prodotto” un brevetto sviluppato in laboratorio. E Norman Group risponde a questa esigenza: nata nel 1999 nel distretto italiano del comparto tessile per intimo, l’azienda mantovana ha raggiunto una produzione di 14 milioni di pezzi all’anno grazie a 108 macchine Santorini per la produzione in verticale di capi senza cuciture, spaziando dal settore intimo allo sport, passando anche per il fashion. Tra i più importanti produttori di calze, Intersocks ricopre certamente un ruolo di primo attore che il mercato mondiale riconosce all’azienda di Belluno, grazie al controllo qualità sui 12 milioni di paia di calze prodotte. La grande mole di lavoro gestita da Intersocks permette al reparto R&D dell’azienda di attingere per la propria ricerca sui filati a un ampio bacino internazionale. A questo si aggiunge un reparto dedicato alla produzione dei campioni, con 10 macchine Lonati riservate a X-SOCKS, che garantiscono la completa implementazione delle innovazioni che provengono dai laboratori rossocrociati. Fra queste spicca Helixcoil, unastruttura a doppia elica del calzino che avvolge la gamba creando compressione leggera, ma costante alla fascia muscolare, per migliorare l’irrorazione del muscolo ela stabilità, riducendo il rischio di infortuni per gli sportivi.

LA TECNOLOGIA AL CENTRODELLO SVILUPPO

Fra le innovazioni del 2019 spicca Retina Technology, un sistema di lavorazione del tessuto che permette di realizzare trame più dettagliate, con conseguente incremento della funzionalità, un esatto posizionamento del tessuto sul corpo dell’atleta e maggior compattezza. Per adottare la tecnologia Retina, i tecnici di Norman Group hanno dovuto modificare la struttura interna delle macchine aumentando il numero di aghi. Il risultato complessivo è una elevata termoregolazione del corpo dello sportivo e loghi X-Bionic più definiti. Infine, ricordando quanto i dettagli facciano la differenza, X-Bionic presenta la nuova soluzione tecnologica Ergoband, che prevede maggior vestibilità e quantità di tessuto nella parte posteriore dei capi, quella che poggia sul busto, e sul fondo manica delle maglie, in concomitanza con il dorso della mano. Questa costruzione permette di evitare che i capi si muovano durante la pratica dell’attività fisica, a garanzia di una maggiore libertà di movimento.

OBERALP PER LA DISTRIBUZIONE IN ITALIA

Come già comunicato in precedenza, l’azienda fondata e guidata da Bodo Lambertz ha affidatoal Gruppo Oberalp di Bolzano la distribuzione esclusiva sul territorio italiano: la Business Unit Distribution dell’azienda altoatesina ha avuto così in carico la commercializzazione dei prodotti X-Bionic e X-Socks, che affiancano un nutrito gruppo di prestigiosi brand. Il Gruppo Oberalp, oltre a marchi di proprietà tra i quali spiccano Salewa e Dynafit, vanta una divisione dedicata alla distribuzionesul territorio italiano di marchi premium, come Barts, Fischer, Smith, Speedo e Spyder, e in tal senso ha sviluppato proprie competenze nel settore del retail sportivo.

x-bionic.com