La polizia svedese ha fermato un ciclista dopo averlo pizzicato a una velocità prossima ai 100 km/h su di una bici elettrica, 15 volte più potente di quanto consentito dalle normative svedesi. L’ufficiale di polizia ha dovuto spingersi fino a una velocità di ben 98 km/h per raggiungere la super eBike che viaggiava indisturbata tra le strade di Linköping, che si trova circa 200 km a sud di Stoccolma.

“Stava rischiando la vita” ha dichiarato il poliziotto Björn Goding a Linköping News. “Probabilmente la bici non era dotata di un telaio con le caratteristiche necessarie per supportare tale velocità, e probabilmente montava freni non adeguati”. L’eBike poteva usufruire di due modalità di potenza, 1 kW e 4 kW, potenza che la pone ben oltre la soglia consentita. La potenza massima consentita per un eBike in Svezia è di 250 watt. L’uomo rischia pesanti sanzioni per manomissione e guida pericolosa.

Fonte: cycling.today