In questo articolo si parla di:

Presentata la Lovere – Ponte di Legno, 16° tappa del Giro d’Italia che il prossimo 28 maggio porterà i corridori a scalare il Passo della Presolana, la Croce di Salven, il passo Gavia e quello del Mortirolo fino al traguardo a Ponte di Legno.

Coi i suoi 226 chilometri la Lovere – Ponte di Legno è stata definita il “tappone” della 102° edizione del Giro d’Italia, una delle frazioni più dure e decisive di tutta la corsa rosa. Una tappa importante, dunque, la cui serata di presentazione, che si è tenuta al Teatro Crystal di Lovere, non poteva essere da meno, impreziosita dalla presenza di grandi nomi e campioni, tra cui Gimondi, Gotti, Savoldelli e Agostini.

Una serata tra i campioni

Proprio Paolo Savoldelli, due volte vincitore della Maglia Rosa, ha condotto la serata insieme alla giornalista Simona Befani. Dopo l’omaggio a Ivan Gotti per i suoi 50 anni e gli interventi delle istituzioni tra cui il primo cittadino di Lovere, Giovanni Guizzetti, e del consigliere comunale di Ponte di Legno Matteo Panchieri, entrambi concordi nell’aver voluto ospitare il Giro come importante opportunità di visibilità per il proprio territorio, a salire sul palco sono stati Mauro Vegni, direttore del Giro d’Italia e Paolo Franco, presidente di UniAcque.

A seguire il commento tecnico dei 226 chilometri e 5.000 metri di dislivello della tappa è spettato a chi su quelle strade ha costruito i propri successi macinando chilometri in allenamento: dallo stesso Paolo Savoldelli a Marco Serpellini (loverese doc), da Ivan Gotti a Giuseppe Guerini. Momento clou della serata è stata l’intervista a due tra Giacomo Agostini e Felice Gimondi, che con l’occasione hanno ripercorso tredici anni di storia, dal 1964 al 1976, con episodi e vicende delle loro carriere.

La Lombardia e il Ciclismo

Il ciclismo rappresenta una straordinaria opportunità di marketing per la regione lombarda come ha sottolineato l’Assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Moda di Regione Lombardia nel messaggio di saluto ai presenti: “Il Giro d’Italia è un evento sportivo di caratura internazionale in grado di coniugare perfettamente il valore storico di una gara dalle nobili origini e l’amore per il territorio e le bellezze della nostra Lombardia. Il ciclismo rappresenta un incredibile strumento di marketing territoriale per la nostra Italia e la Lombardia. Gli italiani, grazie allo spettacolo delle due ruote, potranno apprezzare le eccellenze paesaggistiche, naturalistiche ed artistiche della Bergamasca e del Bresciano, un vero e proprio ‘spot’ per il turismo di tutta la Lombardia, in particolare per le valli prealpine e alpine”.

lovere - ponte di legno

Per la cittadina bergamasca il Giro d’Italia rappresenta una importante opportunità per mettere in luce le proprie qualità turistiche e di accoglienza, e in tal senso Lovere si sta preparando a ospitare la corsa rosa con un ricco calendario di eventi collaterali. Lovere si appresta dunque ad ospitare la tappa del Giro d’Italia nel migliore dei modi come testimoniano anche le fotografie delle proiezioni dedicate al Giro d’Italia che da settimane illuminano gli edifici loveresi che si affacciano sul lungolago.

lovereeventi.it