In questo articolo si parla di:
marcialonga craft

Mancano pochi giorni a Marcialonga Craft, la granfondo ciclistica che partirà da Predazzo domenica 2 giugno e che fa parte del Prestigio 2019, importante circuito del panorama amatoriale italiano. Due i percorsi in programma che  uniscono salite epiche e panorami mozzafiato: uno medio di 80 km e 2488 metri di dislivello e uno lungo di 135 km e 3900 metri di dislivello, con la particolarità di poter scegliere durante la gara in quale delle due classifiche si vuole comparire. Ben quattro i passi dolomitici da scalare (due nel percorso medio) e un tracciato reso ancor più dolomitico rispetto a quello delle edizioni passate. Da segnalare il passaggio a lato del Lago di Carezza con la scalata alle pendici della catena del Latemar che porta al Passo Pampeago, più volte palcoscenico del Giro d’Italia, nonché il passaggio sui passi San Pellegrino e Valles, con vista sulle Pale di San Martino.

La tappa del Giro d’Italia ed altri eventi collaterali

Nel centro abitato di Predazzo, base della Marcialonga Craft, sabato 1° giugno sfilerà la 20^ tappa del Giro d’Italia che porta da Feltre a Croce d’Aune. Per gli appassionati presenti a Predazzo in occasione della Granfondo trentina sarà quindi un weekend all’insegna del grande ciclismo con eventi collaterali come la partenza sempre sabato dell’ultima tappa del cosiddetto Giro E, ovvero il tour in e-bike che segue il percorso del Giro d’Italia. In tarda mattinata è previsto anche il passaggio della Carovana Rosa ad anticipare i ciclisti mentre tra le ore 14:30 e 15:00 sarà possibile vedere il passaggio di tappa dal vivo nel centro di Predazzo. Tutto nell’atmosfera di Marcialonga Craft contando anche nella presenza degli espositori presso l’Expo 2019 . Infine si brinderà con l’aperitivo del ciclista, che si svolgerà al termine della tappa del Giro d’Italia accompagnato da musica dal vivo.

Progetto MarcialonGirl

Non solo il rosa del Giro d’Italia in questa edizione, ma anche quote rosa con MarcialonGirl, il progetto di Marcialonga il cui obiettivo è quello di coinvolgere sempre più donne nella partecipazione dei tre eventi coinvolti, in tre discipline diverse: sci di fondo, ciclismo (con la Marcialonga Craft) e running. Gli eventi Marcialonga sono aperti a tutti i livelli di preparazione fisica e condizione mentale: “In tanti anni hanno tagliato il traguardo casalinghe, mamme, studentesse, manager, commesse e tante altre. Questa è la dimostrazione che la più grande forza che abbiamo è quella di volontà, e che i limiti che spesso pensiamo di avere sono soprattutto mentali”, afferma il comitato Marcialonga, non a caso formato in gran parte da donne. La partecipazione femminile agli eventi Marcialonga è variabile. Alla storica Marcialonga fondistica la presenza femminile si attesta solitamente intorno al 20 per cento sul totale degli iscritti; maggiore è il coinvolgimento nella corsa di settembre dove si sale ad oltre il 26 per cento, mentre nella Marcialonga Craft di ciclismo la quota rosa rimane al 10 per cento. Il progetto ha lo scopo di far crescere questi numeri, col coinvolgimento di tre donne ambassador, una per ogni disciplina, capaci di ispirare altre donne, comunicando sul web e sui social in particolare la propria passione per lo sport.

marcialonga.it