In questo articolo si parla di:

Per aprirsi anche al mercato dell’ eBike sharing, la consociata in Benelux di Giant Manufacturing ha aderito alla nuova piattaforma B2B ConnectBike. Per questo progetto sono in fase di sviluppo una robusta eBike, e una piattaforma di condivisione. Secondo Giant Benelux, “Più di 300 mila eBike B2B saranno in viaggio nei Paesi Bassi e in Belgio entro il 2022“, un treno su cui sembra molto interessante salire in effetti.

ConnectBike

Si tratta di un’iniziativa di E-bike2work, un’impresa sociale volta a migliorare la qualità dell’aria e la mobilità sostenibile nelle città e nei dintorni. E-bike2work ha raccolto una coalizione di nomi famosi intorno a sè. Oltre a Giant,  include anche l’hardware e il software per gli sviluppatori di sistemi di bike sharing Mobilock. Illustri anche i partner strategici di ConnectBike sono l’assicuratore Allianz e la società di leasing Arval.

Fornitore di un servizio completo

I partner del progetto affermano: “Offrire alle aziende, ai centri commerciali, alle organizzazioni e ai governi locali soluzioni di servizio complete come alternativa all’automobile o ai trasporti pubblici“. ConnectBike offre una soluzione completa: bicicletta, assistenza, manutenzione, soccorso stradale e blocco digitale. Questa soluzione a servizio completo è adattata alle esigenze del cliente che vanno dal programma di condivisione di biciclette elettriche, a una soluzione di leasing privato oppure una combinazione di entrambi. Il prodotto è sempre fornito con un servizio di soccorso specificamente rivolto al pedalatore di eBike, sviluppato in collaborazione con Allianz. Questo servizio sarà offerto nei Paesi Bassi e in Belgio.

Giant ha sviluppato appositamente ConnectBike, particolarmente indicato per le aziende di consegna di asporto e pacchi e per le organizzazioni che optano per la condivisione dei mezzi di trasporto. Almeno 400 dipendenti della Technical University di Delft testeranno presto l’eBike per i prossimi due mesi.

Il futuro delle eBike secondo Giant

ConnectBike è solo una delle indicazioni della crescente importanza delle eBike per il produttore taiwanese. Giant Manufacturing ha recentemente annunciato che le eBike supereranno il 20 percento del proprio fatturato quest’anno. Nella stessa dichiarazione, la società ha anche annunciato di adeguare la sua produzione in Cina e in Europa, “Per aggirare i dazi antidumping imposti dalla Commissione europea sulle biciclette elettriche fabbricate in Cina e le tariffe imposte da Washington“.

Il consiglio di amministrazione della Giant ha recentemente approvato un piano di investimenti di 50,49 milioni di euro per la sua controllata ungherese per cementare la posizione dell’azienda nel mercato europeo. “L’investimento in Ungheria mira a costruire una supply chain vicina al mercato“, riferisce il produttore taiwanese al Taipei Times. Giant progetta inoltre di sviluppare componenti per bici elettriche compatibili con vari livelli di sistemi elettrici e meccanici.

Fonte: bike-eu.com