Cycling Industries Europe (CIE) ha visitato la sede europea di Google la scorsa settimana, per avviare una ricerca di soluzioni di ciclismo connesse. “Vediamo questa visita come l’inizio di un programma per supportare le aziende che hanno prodotti o innovazioni nel settore dei sistemi di trasporto intelligenti (ITS), tra cui la tecnologia ciclistica connessa, gli strumenti di dati, le app, i servizi digitali o le soluzioni di intelligenza artificiale per il ciclismo“, ha affermato Kevin Mayne, amministratore delegato CIE . Il ciclismo contribuisce a città economicamente vivaci, meno congestionate e più salubri“, aggiunge Kevin Mayne. “Nonostante ciò c’è stato un limitato successo nel portare il ciclismo nelle iniziative dell’UE per Big Data, ITS e Smart Cities, anche se ci sono molti innovatori che creano prodotti e dati a livello locale e nazionale“.

Direzione futura

Per rendere il ciclismo connesso ora abbiamo bisogno di un lavoro di squadra da parte di produttori di biciclette, società di sharing, servizi e società di leasing, fornitori di dispositivi digitali, software e produttori di applicazioni. Dobbiamo creare un audit completo dei servizi digitali in tutta l’UE, in modo che possiamo veramente comprendere la ricchezza dei servizi ITS legati al ciclismo e la loro direzione futura “. Cycling Industries Europe (CIE) e il suo bike ITS Project hanno collaborato con Velo-City 2019 e Smart Dublin per organizzare una visita tecnica al quartier generale di Google EMEA e promuovere una competizione Smart Pedal Pitch per le innovazioni del ciclismo.

Innovazioni sui dati di ciclismo su Google

I visitatori sono stati informati sulle novità di Google relative ai nuovi dati sul ciclo. Verranno inoltre informati sullo stato delle cose sui sistemi di trasporto intelligenti esistenti e sulla conoscenza dei dati di geolocalizzazione a Dublino, in Irlanda e in tutta Europa.

Cos’è il progetto ITS della bicicletta (BITS)

È urgentemente necessario un trasferimento modale verso il trasporto verde, dal momento che congestione, inquinamento, aumento della popolazione e problemi di salute minacciano la vivibilità delle aree urbane dell’UE“, riferisce CIE sul progetto BITS. “Il ciclismo ha dimostrato di essere una soluzione importante per queste sfide. Non solo come modalità separata ma anche come parte del sistema di trasporto multimodale. Occorrono più dati per posizionare il ciclismo all’interno del sistema di trasporto multimodale e migliorare il sistema nel suo insieme “.

Le regioni coinvolte nei BITS mostrano già un uso elevato della bicicletta (NL, DK, BE) o hanno l’ambizione di aumentare l’uso della bicicletta (Regno Unito, Germania). Gli ITS sono strumenti importanti per raggiungere questo obiettivo, producendo allo stesso tempo i dati ciclistici desiderati. La dimostrazione delle applicazioni ITS e dei dati sul ciclismo consentirà ad altri di utilizzare questi dati ciclistici per applicazioni e politiche. Verranno valutate l’efficacia delle soluzioni ITS, le sfide identificate e i risultati diffusi in altre regioni“.

bike.eu