In questo articolo si parla di:

Dopo l’oro e l’argento nella prova a cronometro U23, vinti da Bjerg e Garrison della Hagens Berman Axeon, è la volta dello splendido titolo iridato dell’olandese Annemiek Van Vleuten, dell’argento di Matteo Trentin e del bronzo dell’australiana Amanda Spratt, nelle gare professionisti su strada di questo weekend. Imprese eccezionali quelle dei tre atleti del team Mitchelton-Scott a questi Mondiali, a partire dall’epica fuga di oltre 100 km della Van Vleuten, che ha lasciato letteralmente senza parole spettatori a casa e fan sul percorso. Un grande Matteo Trentin ha dato cuore e anima per portare il tricolore sul gradino più alto del podio ed il suo argento riempie di orgoglio. Infine, congratulazioni all’australiana Amanda Spratt che corona, con il suo bronzo, una stagione di grandi successi.

Le loro bici Scott erano equipaggiate con i Pirelli P Zero Velo in versione tubolare. La gomma, messa a punto per e con la squadra australiana, ha accompagnato gli atleti al traguardo, offrendo massima affidabilità, grande scorrevolezza e sfidando in sicurezza le strade bagnate, le temperature invernali, le piogge insistenti di questo mondiale inglese.

Innanzitutto, mi congratulo con Van Vleuten, Trentin e Spratt: sono stati eccezionali. Il mondiale dello Yorkshire ha messo a durissima prova le gomme: le nostre P Zero Velo ne sono uscite vincenti. Questo è il secondo mondiale di ciclismo per Pirelli e tracciare un bilancio di 2 ori, 2 argenti e 1 bronzo, a nemmeno 24 mesi dal lancio dei nostri pneumatici da bici, non solo ci riempie di orgoglio, ma ci dà conferme importanti sul lavoro svolto fino ad oggi” commenta Francesco Pietrangeli, Managing Director, Pirelli Bicycle Division.

Pirelli ha continuato a sviluppare il nostro pneumatico da strada per rispondere alle esigenze dei ciclisti in qualsiasi condizione atmosferica e le condizioni di gara, ai Campionati del Mondo nello Yorkshire, hanno messo davvero alla prova i nostri atleti e le nostre attrezzature.  Le nostre gomme Pirelli si sono comportate eccezionalmente bene, sia nelle condizioni di asciutto della vittoria in solitaria di 100 km di Annemiek, sia nelle condizioni estremamente bagnate e brutali della medaglia d’argento di Matteo” ha commentato Kevin Tabotta, Performance Director Mitchelton-Scott.

velo.pirelli.com