In questo articolo si parla di:

Alla scoperta della nuova bici Gravel dell’Asso di Fiori, Colnago G3X. Una bici che fa della versatilità un suo elemento chiave.
Libertà di movimento e di performance, dall’off-road al ciclocross, questi sono stati i punti chiave per la progettazione della G3X.
L’innovazione si vede anche dalla capacità di cambiare. Per questo alla crescita del settore ciclocross Colnago risponde con G3X, la bici che proietta l’esperienza gravel nel 2020. Parola d’ordine “versatilità”: un livello mai raggiunto all’interno della gamma del produttore lombardo, anche rispetto al modello Prestige, la due ruote che ha fatto la storia di questa disciplina.

Una nuova geometria

Lo studio delle geometrie prevede l’impiego di pneumatici di maggiori dimensioni, con un angolo di sterzo capace di infondere più stabilità alle alte velocità. Ulteriore upgrade è la presenza delle predisposizioni per il montaggio dei portaborraccia (fino a quattro) per potenziare il carico dei bagagli. La sicurezza si vede in ogni dettaglio, dai paracolpi al batticatena con rivestimento del fodero destro in gomma robusta. Spazio anche a comfort, leggerezza e funzionalità: il sistema che blocca il tubo reggisella, per esempio, è del tutto integrato nel tubo orizzontale. Dall’agonismo all’avventura off-road, Colnago G3X è la compagna di viaggio ideale del 2020.

Scheda tecnica

Paracolpi: protezione alla scatola del movimento in gomma. Dotata di doppia vite (amovibile) permette l’ancoraggio di un terzo porta borraccia se necessario.
Forcella: progettata per un passaggio ruota generoso, possibilità di montare coperture fino ad un massimo di 42 millimetri. Garantito anche il necessario spazio per lo scarico del fango sui terreni pesanti.
Impianto frenante: si basa sull’impiego dei freni a disco e del perno passante. I dischi misurano entrambi 160 mm per fornire la giusta potenza frenante anche con la bicicletta a pieno carico (borse, accessori).
Batticatena: rivestimento del fodero destro in gomma robusta, sostituibile, per pedalare in completa sicurezza anche sugli sterrati più difficili. La totale protezione del telaio è sinonimo di sicurezza.
Chiusura reggisella: il sistema che blocca il tubo reggisella è completamente integrato nel tubo orizzontale. Leggero e funzionale, consente una ottima modulabilità del serraggio unitamente alla facilità di accesso alla testa della vite.

colnago.com